Annuncio
Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» Governo di Macron perde tre ministri
Mar Lug 25 2017, 15:10 Da leno lazzari

» Legge sulla tortura
Mar Lug 25 2017, 14:54 Da leno lazzari

» Auguri di buona domenica
Mar Lug 18 2017, 05:42 Da leno lazzari

» Finanziamento pubblico ai quotidiani di partito
Dom Lug 16 2017, 20:32 Da leno lazzari

» Decrescita: può essere un'alternativa
Dom Lug 09 2017, 21:50 Da etabeta255

» Fine settimana
Ven Giu 30 2017, 16:36 Da Giova45

» Compleanno Fax
Ven Giu 30 2017, 11:40 Da Severino

» Per molti di noi è un momento un pò così
Gio Giu 29 2017, 06:37 Da leno lazzari

» Andrea Camilleri parla ai giovani
Mer Giu 28 2017, 23:31 Da GrandeRobin

Chi è in linea
In totale ci sono 6 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 6 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 179 il Mer Nov 11 2015, 12:44
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Avater ultimi 10 utenti connessi

Statistiche
Abbiamo 197 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Javierhed

I nostri membri hanno inviato un totale di 2117 messaggi in 226 argomenti

Tumore della vescica, nuova cura promettente per i casi più gravi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

avatar
Teo
Amministratore
Amministratore
Messaggi : 9228
Punti : 15842
Reputazione : 116
Data d'iscrizione : 03.11.14
Età : 18
Località : Cremona
Vedi il profilo dell'utente https://www.ilforumditutti.net

MessaggioTeo il Gio Gen 29 2015, 11:06

Dopo 30 anni senza novità significative, pare finalmente esserci una terapia efficace per il tumore alla vescica in fase avanzata. Serve cautela, perché i primi e assai incoraggianti risultati sono quelli di una fase iniziale di sperimentazione e condotta su soli 68 pazienti, ma sembra proprio che i ricercatori questa volta abbiano fatto centro. Gli esiti del trial, appena pubblicati sulla rivista Nature da un team di ricercatori britannici della Queen Mary University di Londra, sono stati infatti giudicati così promettenti che il nuovo farmaco ha già ricevuto negli Stati Uniti lo status di «breakthrough therapy» (un riconoscimento d’importanza innovativa tale da venire valutato per approvazione dall’ente regolatore americano, il corrispettivo della nostra Aifa, con un iter accelerato)
http://www.corriere.it/salute/sportello_cancro/14_dicembre_04/tumore-vescica-nuova-cura-promettente-casi-piu-gravi-41bf1136-7b97-11e4-b47e-625f49797245.shtml
Speriamo sia efficace :)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

Crea un account o accedi per rispondere

È necessario connettersi per poter rispondere.

Registrati

Entra nella community creando un account, è facile!


Crea un nuovo account

Accedi

Hai già un'account? Allora accedi!


Accedi

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum