Annuncio
Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» Auguri di buona domenica
Mar Lug 18 2017, 05:42 Da leno lazzari

» Legge sulla tortura
Dom Lug 16 2017, 21:53 Da leno lazzari

» Finanziamento pubblico ai quotidiani di partito
Dom Lug 16 2017, 20:32 Da leno lazzari

» Decrescita: può essere un'alternativa
Dom Lug 09 2017, 21:50 Da etabeta255

» Governo di Macron perde tre ministri
Sab Lug 08 2017, 06:44 Da etabeta255

» Fine settimana
Ven Giu 30 2017, 16:36 Da Giova45

» Compleanno Fax
Ven Giu 30 2017, 11:40 Da Severino

» Per molti di noi è un momento un pò così
Gio Giu 29 2017, 06:37 Da leno lazzari

» Andrea Camilleri parla ai giovani
Mer Giu 28 2017, 23:31 Da GrandeRobin

Chi è in linea
In totale ci sono 7 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 6 Ospiti

etabeta255

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 179 il Mer Nov 11 2015, 12:44
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Avater ultimi 10 utenti connessi

Statistiche
Abbiamo 197 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Javierhed

I nostri membri hanno inviato un totale di 2113 messaggi in 226 argomenti

Terapia con staminali ripara cuore che non pompa più sangue

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ospite
Ospite

MessaggioOspite il Mar Apr 05 2016, 10:37

Cellule staminali del midollo osseo sono in grado di "riparare" il cuore di pazienti con insufficienza cardiaca grave, ovvero non più capace di pompare il sangue. Le staminali, una volta prelevate dal midollo del paziente, sono coltivate in provetta e poi iniettate nel cuore del paziente con un intervento mini-invasivo di circa due ore. I risultati della sperimentazione clinica senza precedenti sono stati presentati al meeting annuale 2016 dell'American College of Cardiology e pubblicati sulla rivista Lancet. La sperimentazione, che ha finora coinvolto 126 pazienti, va avanti ormai da anni ed è molto promettente perché lascia intravedere una alternativa terapeutica per pazienti dal cuore irrimediabilmente malato che ora possono sperare solo o in un trapianto o nell'uso di dispositivi di assistenza ventricolare. Lo studio, coordinato da Amit Patel dell'Università di Utah, ha portato a una riduzione globale del 37% degli eventi cardiaci (fatali e non) per i pazienti trattati con le staminali.
L'insufficienza cardiaca è caratterizzata dalle ridotte capacità del cuore di pompare il sangue; il paziente ha difficoltà a compiere sforzi fisici, problemi agli organi periferici dove arrivano meno ossigeno e nutrienti. A lungo andare il cuore non ce la fa più e il paziente ha bisogno di un trapianto. Questo studio clinico sembra offrire una alternativa terapeutica valida. I medici Usa hanno realizzato per ciascun paziente una "mappa" dei punti del cuore danneggiati; poi iniettato a parte del campione le staminali del midollo osseo. Gli effetti della terapia sono stati monitorati fino a 12 mesi dall'intervento. Rispetto al gruppo placebo, i pazienti trattati avevano un rischio ridotto del 37% di eventi cardiaci (decesso o ricoveri per la loro patologia).
http://www.ansa.it/saluteebenessere/notizie/rubriche/medicina/2016/04/04/terapia-con-staminali-ripara-cuore-che-non-pompa-piu-sangue_b9a334a2-7576-462a-b668-cfd563c2afa1.html
dito dito

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

Crea un account o accedi per rispondere

È necessario connettersi per poter rispondere.

Registrati

Entra nella community creando un account, è facile!


Crea un nuovo account

Accedi

Hai già un'account? Allora accedi!


Accedi

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum