Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
Utente Super Attivo
Utente Super Attivo
Messaggi : 1016
Punti : 1191
Reputazione : 10
Data d'iscrizione : 27.04.15
Vedi il profilo dell'utente

Medicina difensiva: la gravidanza è una malattia?

il Lun Set 21 2015, 17:39
“Le probabilità che lei possa ammalarsi di toxoplasmosi sono…, se vive con un gatto rischia…, se mangia verdure crude non sterilizzate può succedere…, la possibilità che il bambino sia affetto da sindrome di Down sono…, la percentuale per altre malattie genetiche è…., i problemi del parto indolore e i rischi sono… etc etc”. Una ragazza trentenne incinta è entrata in uno stato ansioso dopo il colloquio, più o meno di questo tenore, con la ginecologa. Per affrontare i pericoli la dottoressa l’ha messa di fronte a varie ipotesi fra cui scegliere: mangiare verdure solo dopo il lavaggio con bicarbonato? Allontanare il gatto? Non fare troppa attività fisica e le scale? Fare esami come il Bi test, la translucenza, l’ecografia morfologica, la villocentesi, l’amniocentesi? Esami genetici? oltre ovviamente a numerosi esami del sangue ed ecografie? La ragazza ora si sente preoccupata e soprattutto vive la sua gravidanza non come un evento fisiologico ma come un periodo di malattia.

Come conseguenza dell’aumento esponenziale delle denunce sta sparendo il ginecologo paternalista che ti diceva di stare tranquilla, che avrebbe provveduto a tutto lui e che si assumeva la responsabilità di suggerire quali esami attuare in base alle tue specifiche caratteristiche. Ora sempre più emerge la figura del ginecologo che ti sbatte in faccia le fredde statistiche per informarti dettagliatamente senza omettere alcun rischio costringendoti ad attuare scelte difficili: quanti esami fare, valutare i pro e i contro di un screening genetico o dell’amniocentesi, scegliere consapevolmente i rischi e i vantaggi del parto indolore prospettando già se attuare o meno l’episiotomia o, in certi casi, anche il cesareo.


La gravidanza diviene in questo modo sempre più assimilabile ad una malattia in cui la donna diviene paziente e deve prendere decisioni difficili e forse, visto il suo stato di fragilità emotiva, emotivamente impossibili.

Ogni attività della vita presenta dei rischi che sono impossibili da scongiurare. Se decido di andare a fare una vacanza dovrei confrontarmi con le statistiche degli incidenti stradali o aerei, dei rischi legati all’immersione in mari esotici, della possibilità di essere punto da un’ape o una zanzara portatrice della malaria. Nessuna agenzia di viaggi però ci sciorinerà mai questi dati ma anzi ci ............
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/09/20/medicina-difensiva-la-gravidanza-e-una-malattia/2049776/
Io direi che e' piu' una precauzione
avatar
Ex membro dello staff
Ex membro dello staff
Messaggi : 5881
Punti : 7237
Reputazione : 64
Data d'iscrizione : 16.08.15
Età : 62
Località : Marano Vicentino (VI) 136 m.s.l.m.
Vedi il profilo dell'utentehttp://severinografica.altervista.org/indexseve/indexseve.html

Re: Medicina difensiva: la gravidanza è una malattia?

il Lun Set 21 2015, 21:12
Se dici spesso ad una persona ogni volta che la incontri: "Sei pallido, stai male?" anche se quello è bello roseo, prima o poi quello si suggestiona e si ammala per davvero.

_________________

Sei un amico quando correzioni e rimproveri li fai in privato e in pubblico elogi (cit. di qualcuno)
La mia stazione meteo:  http://maranovicentinometeo.altervista.org/
La mia grafica:  http://severinografica.altervista.org/indexseve/indexseve.html
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum