Annuncio
Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» Governo di Macron perde tre ministri
Mar Lug 25 2017, 15:10 Da leno lazzari

» Legge sulla tortura
Mar Lug 25 2017, 14:54 Da leno lazzari

» Auguri di buona domenica
Mar Lug 18 2017, 05:42 Da leno lazzari

» Finanziamento pubblico ai quotidiani di partito
Dom Lug 16 2017, 20:32 Da leno lazzari

» Decrescita: può essere un'alternativa
Dom Lug 09 2017, 21:50 Da etabeta255

» Fine settimana
Ven Giu 30 2017, 16:36 Da Giova45

» Compleanno Fax
Ven Giu 30 2017, 11:40 Da Severino

» Per molti di noi è un momento un pò così
Gio Giu 29 2017, 06:37 Da leno lazzari

» Andrea Camilleri parla ai giovani
Mer Giu 28 2017, 23:31 Da GrandeRobin

Chi è in linea
In totale ci sono 6 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 6 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 179 il Mer Nov 11 2015, 12:44
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Avater ultimi 10 utenti connessi

Statistiche
Abbiamo 197 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Javierhed

I nostri membri hanno inviato un totale di 2117 messaggi in 226 argomenti

Pianta dei nonni del Molise si rivela arma contro i tumori

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

avatar
Teo
Amministratore
Amministratore
Messaggi : 9228
Punti : 15842
Reputazione : 116
Data d'iscrizione : 03.11.14
Età : 18
Località : Cremona
Vedi il profilo dell'utente https://www.ilforumditutti.net

MessaggioTeo il Dom Apr 19 2015, 20:40

I molisani conoscono da generazioni le proprietà benefiche delle sue foglie e dei suoi frutti dal colore blu, tanto da utilizzarli per farci un liquore, il trignolino, o in aggiunta al tabacco della pipa. Ora però, per la prima volta, uno studio scientifico condotto dall'Istituto superiore di sanità (Iss) dimostra che il Prunus spinosa trigno - un arbusto spinoso che cresce in particolare proprio in Molise, nelle aree più incontaminate della Regione - ha un importante effetto antitumorale: il suo estratto, addizionato con una particolare miscela di aminoacidi, si è infatti dimostrato in grado di uccidere il 70-78% delle cellule tumorali utilizzate per i test in vitro e di inibirne la proliferazione.

A illustrare le potenzialità della 'pianta molisana' è la ricercatrice Iss Stefania Meschini, autrice dello studio in via di pubblicazione su riviste scientifiche, in occasione del IV Congresso internazionale di Medicina biointegrata : ''Il prunus - spiega - è ricco di antiossidanti e può contrastare la capacità di proliferazione delle cellule tumorali. Nella sperimentazione in laboratorio, abbiamo trattato con l'estratto della pianta cellule cancerose di pazienti affetti da cancro a colon, polmone e cervice uterina. Abbiamo quindi osservato che, da solo, l'estratto non aveva effetti, ma addizionato ad un particolare complesso a base di aminoacidi, minerali e vitamine, denominato Can, è stato in grado di ridurre la sopravvivenza delle cellule tumorali ed ha portato a distruzione tra il 70 e il 78% delle cellule cancerose nell'arco di 24 ore''. Il passo successivo, sottolinea la ricercatrice, ''sarà passare alla fase dei test su animali, con l'obiettivo di arrivare, nell'arco di qualche anno, alla produzione di un nuovo farmaco antitumorale''.
L'Iss, insieme all'azienda produttrice del composto, annuncia Meschini, ''ha depositato il brevetto delle miscela Prunus-Can, e per questo la formulazione potrà essere disponibile a breve come integratore a supporto delle terapie chemioterapiche''. L'estratto miscelato di Prunus, sottolinea il presidente della Società italiana di medicina biointegrata (Simeb) Franco Mastrodonato, ''sarà ulteriormente testato dal'Iss nella formulazione di integratore e sarà disponibile, in vendita nelle farmacie su indicazione medica, da maggio-giugno. Ciò è reso possibile sulla base dei test che hanno confermato la non tossicità del composto e previa la registrazione già avvenuta del composto stesso presso il ministero della Salute''. Inoltre, ''per motivi etici - precisa l'esperto - abbiamo ottenuto che il prezzo a confezione sia assolutamente accessibile, intorno ai 20 euro,
http://www.ansa.it/saluteebenessere/notizie/rubriche/medicina/2015/04/19/ansa-pianta-dei-nonni-del-molise-si-rivela-arma-contro-i-tumori_07db17a4-06d8-47f3-a12b-001d87acce2f.html
avatar
gasiot
Utente Super Attivo
Utente Super Attivo
Messaggi : 1244
Punti : 1386
Reputazione : 40
Data d'iscrizione : 19.11.14
Località : basso Monferrato
Vedi il profilo dell'utente

Messaggiogasiot il Dom Apr 19 2015, 21:01

se la chemioterapia attuale costa tanto e questa costa poco ,non entrerà mai in commercio
è solo una mia ipotesi pessimistica ma vorrei sbagliarmi

_________________
avatar
Zio Franco
Utente Iper Attivo
Utente Iper Attivo
Messaggi : 3014
Punti : 3547
Reputazione : 75
Data d'iscrizione : 15.11.14
Età : 53
Località : Torre di Mosto (VE) e Vandoies (BZ)
Vedi il profilo dell'utente

MessaggioZio Franco il Dom Apr 19 2015, 21:39

Già il colore viola scuro promette bene, i colori dei vegetali sono indice delle loro proprietà, da quel che so!

_________________
Franco, siamo giusti: tu non saresti polemico, solo che presumi molto di te, e questo ti rende polemico!

-

Non è giustificato rubare da poveri in un Paese ricco. Ma è addirittura CRIMINALE rubare da ricchi in un Paese povero.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

Crea un account o accedi per rispondere

È necessario connettersi per poter rispondere.

Registrati

Entra nella community creando un account, è facile!


Crea un nuovo account

Accedi

Hai già un'account? Allora accedi!


Accedi

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum