Benvenuti nel forumditutti,se volte passare qualche momento di tranquillita' iscrivetevi,potete usare anche l'app facebook connect
Gli amministratori vi danno il benvenuto,e' tutto gratis



Annuncio
Accedi

Ho dimenticato la password

Chi è in linea
In totale ci sono 8 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 8 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 179 il Mer Nov 11 2015, 12:44
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Avater ultimi 10 utenti connessi

Statistiche
Abbiamo 195 membri registrati
L'ultimo utente registrato è I_am_a_vip

I nostri membri hanno inviato un totale di 1960 messaggi in 187 argomenti

Ceppo di Natale

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

avatar
Severino
Ex membro dello staff
Ex membro dello staff
Messaggi : 5855
Punti : 7199
Reputazione : 62
Data d'iscrizione : 16.08.15
Età : 62
Località : Marano Vicentino (VI) 136 m.s.l.m.
Vedere il profilo dell'utente http://severinografica.altervista.org/indexseve/indexseve.html

MessaggioSeverino il Ven Dic 18 2015, 16:07

La ricetta non è personale, ma, visto che mio figlio Nicola è riuscito a farlo tutto da solo e MarisaAzzurra mi ha chiesto la ricetta, merita di essere
postata in modo che chi volesse può farlo, è un dolce buonissimo pie
Vi metto il link, sia perché bisogna, ma anche perché così potere vedere anche il procedimento figurato, che rende il tutto un po' più facile:

http://ricette.giallozafferano.it/Tronchetto-di-Natale-Buche-de-Noel.html

Tronchetto di Natale (Buche de Noel)
Dolci e Desserts
• Difficoltà:media
• Preparazione:30 min
• Cottura:20 min
• Dosi per:10 persone
• Costo:elevato
Presentazione
Il tronchetto di Natale (Bûche de Noël), è un dolce tipico della tradizione natalizia francese, che riprende nella forma, il ceppo di legno, simbolo Natalizio di numerosi paesi del Nord Europa considerato di buon auspicio. Goloso e raffinato il nostro tronchetto è un rotolo di soffice pasta biscotto farcito con una crema ganache al cioccolato e guarnito con scagliette di cioccolato fondente che, oltre a conferire un tocco sfizioso, simulano l’aspetto del ceppo di legno. A Natale lasciatevi tentare da un dolce sfizioso e tradizionale che arricchirà le vostre tavole delle feste.
Tronchetto al caffè con meringa flambé
Ingredienti per la pasta biscotto
Farina 100 g
Sale 1 pizzico
Uova medie 5
Zucchero semolato 140 g
Miele millefiori 10 g
Vaniglia bacca 1

PER LA CREMA GANACHE
Panna fresca liquida 300 g
Cioccolato fondente 300 g
PER DECORARE
Cioccolato fondente 250 g
Preparazione

Per preparare la pasta biscotto iniziate dividendo i tuorli (dovranno pesare circa 100 gr) dagli albumi (dovranno pesare circa 150 gr). Sbattete i tuorli per almeno 10 minuti assieme a 90 gr di zucchero (1), al miele (2) e alla vaniglia fino a che non diventano chiari e molto spumosi. Montate gli albumi a neve non troppo ferma assieme al restante zucchero (3),

quindi unite i due composti con una spatola senza smontarli (4). Aggiungete la farina setacciata molto delicatamente ed amalgamate con una spatola (5). Stendete l’impasto su un foglio di carta forno (6), posto su una leccarda da forno delle dimensioni di 45 x 37 cm,

livellatelo con una spatola piatta e liscia fino a raggiungere lo spessore di 1 cm (7). Infornate in forno statico già caldo a 220° per 6-7 minuti (non di più); la superficie del dolce deve diventare appena dorata e non dovrete mai aprire il forno che tratterrà al suo interno l’umidità. Estraete la pasta biscotto dal forno, toglietela immediatamente dalla teglia, poggiandola con tutta la carta forno su di un piano. Spolverizzate la superficie della pasta biscotto con dello zucchero semolato, in modo che non si appiccichi, e sigillatela con della pellicola, ripiegandola anche sotto i lati (8). In questo modo la pasta biscotto raffreddandosi tratterrà al suo interno tutta l’umidità che servirà a renderla elastica e l’aiuterà a piegarsi senza creparsi. Preparate intanto la ganache: tritate il cioccolato fondente, ponete sul fuoco un pentolino con la panna (9).

Quando la panna avrà sfiorato il bollore, spegnete e versate il cioccolato tritato (10), mescolando con le fruste per scioglierlo completamente. Una volta che il cioccolato si sarà sciolto (11), trasferite il composto in una ciotola contenente del ghiaccio (12)

iniziate a montare con uno sbattitore elettrico (13) (potete coprire in parte il recipiente con la pellicola trasparente per evitare gli schizzi). Lavorate la ganache per 10-15 minuti fino a quando sarà ben montata (14). Quando la pasta biscotto sarà fredda togliete la pellicola, farcitela con metà della ganache montata lasciando 2 cm di bordo (15).

Arrotolate la pasta biscotto delicatamente (16) avvolgetela nella pellicola (17) ponete il rotolo a rassodare in frigo per 1 ora circa insieme alla ganache avanzata. Intanto occupatevi della decorazione: in un pentolino per bagnomaria (o nel microonde) sciogliete il cioccolato fondente (18),

una volta sciolto trasferitelo su un foglio di carta da forno poggiato sopra un vassoio o piano di lavoro (19), con l’aiuto di una spatola distribuite uniformemente il cioccolato (20) e fatelo raffreddare, dovrete ottenere una grande lastra sottile, fatela raffreddare e indurire, poi tagliatela a strisce (21)

da ciascuna ricavate delle sfogliette grossolane, spezzando con le mani il cioccolato (22). Riprendete il rotolo farcito e spalmate su tutta la superficie la crema ganache avanzata (23), per finire adagiate sulla ganache le sfogliette una vicina all’altra per ricreare l’effetto del tronco di legno (24). Il vostro tronchetto di Natale è pronto per essere gustato!
Conservazione
Conservate il tronchetto di Natale in frigorifero per un paio di giorni. Potete congelarlo senza decorazione.
Consiglio
Per farcire il tronchetto potete anche usare una crema pasticcera, in questo caso per rendere la crema compatta e soda aggiungete della gelatina in fogli.
Curiosità
Secondo l’antica tradizione, il ceppo veniva estratto dalla parte più grossa dell’ albero e conservato nella legnaia in attesa della vigilia di Natale, momento in cui veniva posto nel camino dal capofamiglia con la funzione di riscaldare simbolicamente il bambin Gesù. Il ceppo doveva ardere fino a Capodanno, per questo motivo generalmente si estraeva da alberi da frutto come la quercia o il castagno, che assicuravano una lenta combustione; l’intera tradizione, affonda le sue origini nell’antica usanza pagana di propiziare, attraverso questo rito, la fertilità di tutti gli alberi fruttiferi: con le ceneri ormai arse del ceppo, durante l’anno si compivano riti propiziatori atti a proteggere il raccolto e la famiglia dalle negatività.

_________________

Sei un amico quando correzioni e rimproveri li fai in privato e in pubblico elogi (cit. di qualcuno)
La mia stazione meteo:  http://maranovicentinometeo.altervista.org/
La mia grafica:  http://severinografica.altervista.org/indexseve/indexseve.html
avatar
MarisaAzzurra
Utente Super Attivo
Utente Super Attivo
Messaggi : 1723
Punti : 2532
Reputazione : 49
Data d'iscrizione : 25.05.15
Vedere il profilo dell'utente

MessaggioMarisaAzzurra il Ven Dic 18 2015, 16:13

Bravo Severino e grazie mille 

mano

_________________
avatar
MarisaAzzurra
Utente Super Attivo
Utente Super Attivo
Messaggi : 1723
Punti : 2532
Reputazione : 49
Data d'iscrizione : 25.05.15
Vedere il profilo dell'utente

MessaggioMarisaAzzurra il Mar Dic 22 2015, 19:11

ripeto devo vedere quando lo potrò fare mannaggia sarebbe stato bello farlo adesso 

grazie Severino ringrazia Nicola e bravissimo ciao c

_________________
avatar
Severino
Ex membro dello staff
Ex membro dello staff
Messaggi : 5855
Punti : 7199
Reputazione : 62
Data d'iscrizione : 16.08.15
Età : 62
Località : Marano Vicentino (VI) 136 m.s.l.m.
Vedere il profilo dell'utente http://severinografica.altervista.org/indexseve/indexseve.html

MessaggioSeverino il Mar Dic 22 2015, 21:16

@MarisaAzzurra ha scritto:ripeto devo vedere quando lo potrò fare mannaggia sarebbe stato bello farlo adesso 

grazie Severino ringrazia Nicola e bravissimo ciao c
Prego, di niente ... io il ceppo, visto che lo sa fare, .... me lo farò fare da lui, io faccio cose più semplici, tipo il panettone mamma mia mutley mutley mutley

_________________

Sei un amico quando correzioni e rimproveri li fai in privato e in pubblico elogi (cit. di qualcuno)
La mia stazione meteo:  http://maranovicentinometeo.altervista.org/
La mia grafica:  http://severinografica.altervista.org/indexseve/indexseve.html

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

Crea un account o accedi per rispondere

È necessario connettersi per poter rispondere.

Registrati

Entra nella community creando un account, è facile!


Crea un nuovo account

Accedi

Hai già un'account? Allora accedi!


Accedi

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum