Benvenuti nel forumditutti,se volte passare qualche momento di tranquillita' iscrivetevi,potete usare anche l'app facebook connect
Gli amministratori vi danno il benvenuto,e' tutto gratis



Annuncio
Accedi

Ho dimenticato la password

Chi è in linea
In totale ci sono 8 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 8 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 179 il Mer Nov 11 2015, 12:44
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Avater ultimi 10 utenti connessi

Statistiche
Abbiamo 195 membri registrati
L'ultimo utente registrato è I_am_a_vip

I nostri membri hanno inviato un totale di 1960 messaggi in 187 argomenti

Cervello e sistema linfatico, scoperta relazione: svolta per sclerosi multipla e Alzheimer?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ospite
Ospite

MessaggioOspite il Lun Giu 08 2015, 21:13

Cervello e sistema immunitario (il sistema linfatico in particolare) sono direttamente connessi attraverso vasi finora sconosciuti. "Una stupenda ricerca che ribalta decenni di insegnamento sui libri di testo": così l'annuncio dell'Università della Virginia della pubblicazione su Nature-Research/Letter di giugno dello studio sui topi dal titolo "Structural and functional features of central nervous system lymphatic vessels". La scoperta potrebbe cambiare l'approccio a malattie come la sclerosi multipla, le demenze e l'Alzheimer, l'autismo, "gettando nuova luce sull'eziologia delle malattie neuroinfiammatorie e neurodegenerative associate a disfunzioni del sistema immunitario", scrivono gli studiosi.

Collegamento dalle meningi. L'assunto di partenza è che "una delle caratteristiche del sistema nervoso centrale è la mancanza di un classico sistema di drenaggio linfatico", scrivono gli autori. "Sebbene sia ora accettato che il sistema nervoso centrale sottostia ad una costante sorveglianza del sistema immunitario, i meccanismi che governano entrata e uscita di cellule immunitarie dal sistema nervoso centrale (in particolare nelle meningi) sono ancora sconosciuti". Proprio lavorando sulla porte delle celluleT di entrata e uscita dalle meningi, i ricercatori (in particolare Antoine Louveau e Jonathan Kipnis, primi firmatari) hanno scoperto vasi linfatici funzionali che affiancano i seni venosi della dura madre, una delle tre meningi (la più esterna) poste a protezione del cervello. Lì è stata scoperta la connessione ai linfonodi cervicali profondi e il trasporto di cellule immunitarie dal fluido cerobrospinale. "Questi vasi linfatici meningei riescono a scambiare cellule immunitarie tra il cervello e il liquido in cui esso galleggia e drenano verso i linfonodi cervicali", hanno detto i ricercatori.

Un nuovo metodo. Probabilmente proprio la particolare localizzazione di questi vasi può aver contribuito alla difficoltà ad individuarli sinora. Ma la cosa principale è stato il nuovo metodo, scoperto da Louveau e utilizzato (non più quello standard) nella fissazione dell'intero tessuto prima di sezionarlo ed osservarlo al microscopio. In pratica con il metodo standard (prima sezionare e poi fissare chimicamente il tutto per impedire la degradazione del tessuto) si sarebbero persi dall'osservazione i vasi linfatici.

Una rivoluzione. "La scoperta - ha affermato Kipnis - cambia la prospettiva delle interazioni fra sistema nervoso e sistema immunitario. Non credevo che ci fossero strutture del corpo che non fossero mappate, pensavo che questo tipo di scoperte si fosse concluso a metà del secolo scorso. Ma apparentemente non è così...".

Questo cambio di prospettiva può rivoluzionare il modo di affrontare molte patologie cerebrali. Nella sclerosi multipla in primis: lì era finora senza una spiegazione plausibile l'attacco immunitario contro i neuroni cerebrali. "Invece di chiederci come studiare la risposta immunitaria del cervello o perché i pazienti hanno un attacco immunitario, ora possiamo avere un approccio meccanicistico, perché il cervello è come qualsiasi altro tessuto connesso al sistema immunitario attraverso i vasi linfatici delle meningi", ha spiegato Kipnis.

Così per l'Alzheimer (e altre demenze) per quanto riguarda l'accumulo delle placche amiloidi nel cervello: potrebbe essere colpa di una carenza di drenaggio di questi vasi linfatici meningei?
http://www.repubblica.it/salute/ricerca/2015/06/07/news/cervello_e_sistema_linfatico_scoperta_connessione_rivoluzione_per_sclerosi_multipla_e_alzheimer_-116329612/?rss
Speriamo che trovino veramente una cura,sarebbe un grande passo per la medicina e la salute delle persone dito
avatar
lorenzo 78
Utente IlForumdiTutti
Utente IlForumdiTutti
Messaggi : 625
Punti : 935
Reputazione : 7
Data d'iscrizione : 07.11.14
Località : Mondo di domani
Vedere il profilo dell'utente

Messaggiolorenzo 78 il Gio Giu 11 2015, 18:53

Speriamo che sia la volta buona e nessuno si mettesse di traverso,perchè quando girano i soldi.............
avatar
Mamyr
Ex membro dello staff
Ex membro dello staff
Messaggi : 932
Punti : 1060
Reputazione : 42
Data d'iscrizione : 23.04.15
Località : Sicilia
Vedere il profilo dell'utente http://mamyr.altervista.org/

MessaggioMamyr il Gio Giu 11 2015, 19:53

ecco infatti il punto dolente è proprio questo
speriamo in bene dai

_________________
marameo  arcuri  mutley

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

Crea un account o accedi per rispondere

È necessario connettersi per poter rispondere.

Registrati

Entra nella community creando un account, è facile!


Crea un nuovo account

Accedi

Hai già un'account? Allora accedi!


Accedi

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum