Benvenuti nel forumditutti,se volte passare qualche momento di tranquillita' iscrivetevi,potete usare anche l'app facebook connect
Gli amministratori vi danno il benvenuto,e' tutto gratis



Annuncio
Accedi

Ho dimenticato la password

Chi è in linea
In totale ci sono 12 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 11 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Emma

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 179 il Mer Nov 11 2015, 12:44
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Avater ultimi 10 utenti connessi

Statistiche
Abbiamo 196 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Michele Grilli

I nostri membri hanno inviato un totale di 1965 messaggi in 192 argomenti

Scoperte le quattro varianti del 'killer' del pancreas: speranza nuove cure per il tumore

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ospite
Ospite

MessaggioOspite il Dom Apr 12 2015, 19:48

Ricerca australiana ha scoperto marcatori tumorali che potranno essere usati per terapie più accurate su una delle forme tumorali più aggressive
E' UNO dei tumori più aggressivi e più difficili da scoprire e curare. Ora una ricerca australiana pubblicata su Nature ha acceso una nuova speranza per la cura del cancro al pancreas: nuovi trattamenti medici saranno possibili grazie alla scoperta di quattro varianti genetiche.

La ricerca ha esaminato le variazioni nel genoma di 100 adenocarcinomi pancreatici, la variante riscontrata più diffusamente. Questo ha permesso di dividere il cancro in quattro categorie: stabile, disposto localmente, sparpagliato, instabile. Molti degli adenocarcinomi hanno subito mutazioni dopo essere stati trattati con medicinali usati per altri tipi di tumore. Inoltre due nuove mutazioni genetiche riscontrate potrebbero condurre a nuovi approcci di cura.

L'obiettivo dei ricercatori dell'Australian Pancreatic Genome Initiative, guidati da Nicola Waddell e assistiti dai colleghi dell'Università della Western Autralia, è quello di aumentare il tasso di sopravvivenza dei malati. Al momento la malattia uccide il 75% dei malati entro i primi 12 mesi dalla diagnosi e il tasso di sopravvivenza a 5 anni è di appena il 5%.

Gli studi sul tumore al Pancreas stanno procedendo spediti. Pochi giorni fa era arrivata la notizia della rimborsabilità da parte delle autorità sanitarie italiane del farmaco paclitaxel legato all'albumina, giù utilizzato per le metastasi al seno. Una sorta di "chemioterapia intelligente" che grazie alle nanotecnologie assicura una maggiore precisione nel 'colpire' la parte malata e prolunga la sopravvivenza media.

Nikolajs Zeps, professore associato dell'Università della Western Australia, ha affermato che lo studio rappresenta un buon esempio delle potenzialità delle "biobanche" collegate alle sequenze genomiche. "E' la prima volta - ha detto il professore - che vengono rilevati chiaramente marcatori tumorali che potranno essere usati per terapie più accurate. Il prossimo passo sarà quello di usare questi dati come base per nuove sperimentazioni cliniche allo scopo di alleviare le sofferenze dei malati affetti da questa malattia"
http://www.repubblica.it/salute/ricerca/2015/02/27/news/tumore_al_pancreas_-108308777/
Speriamo veramente,io ho perso anni fa' mio zio per colpa del tumore al pancreas
avatar
Zio Franco
Utente Iper Attivo
Utente Iper Attivo
Messaggi : 3014
Punti : 3547
Reputazione : 75
Data d'iscrizione : 15.11.14
Età : 53
Località : Torre di Mosto (VE) e Vandoies (BZ)
Vedere il profilo dell'utente

MessaggioZio Franco il Mar Apr 14 2015, 21:53

Speriamo, speriamo davvero.
Conosco diverse persone che sono morte di questo male. E solo una che è guarita (o meglio, non lo conosco direttamente, ma è un collega di un mio amico).

_________________
Franco, siamo giusti: tu non saresti polemico, solo che presumi molto di te, e questo ti rende polemico!

-

Non è giustificato rubare da poveri in un Paese ricco. Ma è addirittura CRIMINALE rubare da ricchi in un Paese povero.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

Crea un account o accedi per rispondere

È necessario connettersi per poter rispondere.

Registrati

Entra nella community creando un account, è facile!


Crea un nuovo account

Accedi

Hai già un'account? Allora accedi!


Accedi

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum